L’alimentazione giusta se soffri di diverticoli intestinali

L’alimentazione giusta se soffri di diverticoli intestinali

Con l’avanzare dell’età è possibile incorrere in una particolare condizione a carico della parete dell’intestino chiamata diverticolosi.
Può essere asintomatica e consentirti di vivere normalmente.
Tuttavia, sopratutto se non diagnosticata tempestivamente, può evolvere in uno stato infiammatorio chiamato diverticolite.
Questa condizione è ben più seria. Provoca dolore nella parte bassa del fianco sinistro e febbre.
Altri sintomi possono essere nausea, vomito e gonfiore.
Vediamo quali sono le scelte alimentari e lo stile di vita che aiutano a prevenirli.

Diverticolosi

Perché si formano i diverticoli?

Con l’avanzare dell’età la parete del colon, il tratto finale dell’intestino che ha la forma di un tubo, diventa più spessa. L’ispessimento fa si che in certi punti il colon diventi più stretto, costringendolo a spingere con più forza per far progredire il suo contenuto.

Se poi appartieni a quel gran numero di persone che non consumano quotidianamente acqua e fibre a sufficienza, il tuo contenuto intestinale sarà duro e secco, richiedendo maggiore sforzo per essere spinto in avanti.

La concomitanza di queste due condizioni determina una forte pressione sul colon che, a lungo andare, si indebolisce in alcune zone della parete che possono collassare verso l’esterno creando una sorta di piccolo marsupio. Sono i diverticoli.

Una volta comparsi, i diverticoli non vanno più via. Sei nella situazione chiamata diverticolosi. Se i diverticoli si infiammano o si infettano, si ricade nella più grave situazione della diverticolite.

Con la giusta alimentazione puoi fare molto per prevenire i diverticoli.

La cosa più importante da fare è consumare quotidianamente una buona quantità di fibra. Tradotto in termini pratici: verdura a pranzo e cena e due porzioni di frutta al giorno, tutti i giorni.

Cosa fa la fibra di tanto speciale?

Ammorbidisce il contenuto intestinale che così scorre facilmente senza creare eccessiva pressione sulle pareti del colon. Ricorda che per avere questo effetto, il consumo adeguato di fibra deve essere accompagnato dall’opportuno introito di acqua.

Ci sono poi abitudini alimentari che, al contrario, aumentano il rischio che si formino i diverticoli: il consumo eccessivo di carne rossa, l’abitudine a utilizzare alimenti altamente processati e cibi molto raffinati, come pane, pasta e riso bianchi.

Diverticolite

Nella maggior parte dei casi, la presenza dei diverticoli non crea serie conseguenze e si può gestire bene con un’alimentazione ricca di fibra.

Tuttavia, la diverticolosi può sfociare nella più grave diverticolite.

Alcune condizioni aumentano questo rischio:

  • l’età avanzata (e non puoi farci niente);
  • il sovrappeso (e puoi debellarlo);
  • l’abitudine al fumo (come la precedente, dipende da te!)

Inoltre, come per i diverticoli, l’alimentazione troppo ricca di carne rossa è stata messa sotto accusa dai ricercatori.

I sintomi della diverticolite sono: dolore addominale, febbre, sangue nelle feci, distensione addominale.

Quando si presentano i sintomi, è necessario il trattamento farmacologico. In più, riceverai la raccomandazione di consumare poca fibra fino a miglioramento, che in genere richiede una o due settimane.

Perché ti viene detto di limitare il consumo di fibra quando la carenza di fibra è la causa principale dei diverticoli?

Fino a quando persiste lo stato infiammatorio, una dieta povera di fibra riduce lo stress sul’apparato digerente. La fibra è ruvida: se la introduci con l’infiammazione in corso, avresti l’effetto di una spugnetta in filo di ferro su una superficie lesionata.

Ricorda che devi ridurre l’introito di fibra solo temporaneamente: nel momento in cui inizi a stare meglio, ti sarà raccomandato di inserire quantità crescenti di fibra.

In passato, nel momento in cui veniva diagnosticata la presenza di diverticoli, si raccomandava di evitare frutta secca, semi e alimenti in chicco. Si pensava che potessero fermarsi nei diverticoli e creare l’infiammazione anticamera della diverticolite. Tuttavia, questa credenza non è mai stata dimostrata dalle ricerche scientifiche.

La prevenzione

Il modo migliore per evitare la formazione dei diverticoli, e quindi anche la diverticolite, è seguire tre semplici regole:

  • alimentazione ricca di fibra;
  • mantenere il peso forma;
  • fare movimento.

Fibra

E’ di due diversi tipi: solubile e insolubile. Alcuni alimenti ne hanno solo un tipo, altri li contengono entrambe. Ti spiego gli effetti di queste due categorie di fibra sul tuo apparato digerente.

Fibra solubile. Richiama acqua nel tuo stomaco, nella quale si dissolve assumendo una consistenza gelatinosa. Rallenta la digestione, facendoti sentire sazio più a lungo. Inoltre ammorbidisce le feci che, in questo modo, scorrono più facilmente lungo il tratto gastrointestinale. La trovi in cereali quali avena e orzo, frutta secca e semi oleaginosi, legumi quali fagioli, lenticchie e piselli e vari tipi di frutta e verdura.

Fibra insolubile. Non si dissolve nell’acqua. Rimana intatta e così scorre attraverso il tubo digerente. In questo modo aggiunge massa alla feci, prevenendo la costipazione. Si trova nei cereali integrali, nella buccia della frutta e nella frutta essiccata.

Devi approvvigionarti di entrambe le fibre se vuoi mantenere lo stato di salute ottimale del tuo apparato digerente, e non solo. Infatti, la fibra abbassa il colesterolo LDL (quello “cattivo”), previene il diabete tipo 2, le malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore.

Inoltre, un’alimentazione ricca di fibra aiuta a ridurre il peso corporeo (uno dei principali fattori di rischio dei diverticolosi e diverticolite).

Movimento

Svolgere costantemente attività fisica è un altro mezzo per mantenere la buona funzionalità del tuo apparato digerente. Le linee guida raccomandano 150 minuti alla settimana di attività moderata.

Qual è la migliore?

Per il benessere del tuo apparato digerente non ci sono grandi differenze.  Il semplice atto di muoversi stimola le contrazioni della muscolatura intestinale, agevolando lo scorrimento del contenuto.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato