Le malattie autoimmuni: stare meglio in poche e semplici mosse

Le malattie autoimmuni: stare meglio in poche e semplici mosse

Le malattie autoimmuni: stare meglio in poche e semplici mosse

Artrite reumatoide, sclerosi multipla, lupus eritematoso sistemico, sindrome di Sjogren, tiroidite di Hashimoto…e l’elenco potrebbe continuare.

Sono tante le malattie autoimmuni, diverse fra loro nella sintomatologia ma accomunate dal meccanismo scatenante: le cellule del sistema immunitario, deputate alla difesa dell’organismo “confondono” le altre cellule del corpo con agenti estranei nemici, pertanto si attivano per distruggerle.

Le cure farmacologiche sono sintomatiche: mantengono sotto controllo i sintomi della malattia per garantire una qualità di vita più o meno soddisfacente, ma non sono risolutive, per cui la malattia è destinata a peggiorare, fino a diventare, in alcuni casi, invalidante.

Ottimi risultati si possono ottenere affiancando alle terapie farmacologiche un’alimentazione specifica ispirata ai principi delle antiche medicine orientali: a seconda dello stadio della malattia in cui si interviene, è possibile bloccare o rallentare l’evoluzione e, se si comincia nella fase iniziale, è spesso possibile ottenere una regressione della sintomatologia.

Per capire come impostare l’alimentazione, è necessario chiedersi perchè cellule del corpo ad un certo punto sembrano impazzite e si accaniscono violentemente contro altre cellule che dovrebbero invece proteggere.

Il nostro stile di vita ha subito negli ultimi 50 anni più cambiamenti che in secoli di storia. Noi però siamo il frutto di un’evoluzione. I nostri meccanismi si sono perfezionati nel corso di migliaia di anni per rispondere perfettamente a determinati stimoli di un preciso ambiente.

Il cibo è mondo esterno che entra nel corpo: l’atto di mangiare è l’interazione più profonda fra l’uomo e l’ambiente circostante.

Alimenti frutto dell’industria e non di madre natura con ingredienti che il nostro corpo ha incontrato per la prima volta solo pochi decenni fa; alimenti e bevande di origine tropicale (tè, caffè, ananas, banane, cioccolato) tipici di ambienti molto diversi dal nostro sono presenti ogni giorno sulle nostre tavole; la stagionalità dei prodotti della terra che è andata perduta (pomodori, peperoni e melanzane in pieno inverno, quando la saggezza della natura ha predisposto che li mangiassimo sotto il solleone); ritmi di vita che non combaciano con il fisiologico andamento dei nostri ormoni (il famoso “stress” cui ci si appella in mancanza di altre spiegazioni, i cui effetti non sono tuttavia un destino ineluttabile, ma si possono contrastare con poche e semplici abitudini quotidiane)… Ce n’è abbastanza per andare in tilt!

Ritornare ad uno stile alimentare molto tradizionale è essenziale, nonchè molto efficace, per avere giovamento.

Vediamo quali sono gli alimenti su cui basare la propria alimentazione in caso di malattie autoimmuni:

  • Cereali integrali in chicco L’agricoltura risale a circa 10.000 anni fa. L’uomo ha sempre coltivato i cereali che sono sempre stati la parte preponderante della sua alimentazione. Devono essere presenti ad ogni pasto. I più curativi sono: il riso integrale, l’orzo mondo, il miglio, il farro decorticato, l’avena decorticata. Si possono utilizzare tutti, i problemi specifici di ciascuno suggeriranno di privilegiarne uno in particolare.
  • Verdure Sono l’accompagnamento ideale dei cereali. Forniscono grandi quantità di vitamine e sali minerali. Devono essere presenti a pranzo e cena, rispettando la stagionalità e variando il più possibile. Anche la modalità di cottura deve variare: alternare le cotture lunghe tipo la stufatura a quelle rapide tipo il saltato in padella e la bollitura rapida, dando maggiore prevalenza ad una rispetto alle altre in base ai problemi specifici e alla stagione.
  • Legumi Sono stati la fonte di proteine principale per gran parte della storia dell’uomo e la ricerca scientifica sta dimostrando che, insieme al pesce, sono le uniche proteine che non creano infiammazione. I legumi racchiudono in se una grande forza vitale: sono capaci di germogliare, dando vita ad una nuova pianta. Alimentandoci di legumi, portiamo nuova forza vitale nel nostro corpo. E’ bene consumarli tutti i giorni.

A questi alimenti, che devono rappresentare la base dell’alimentazione, è possibile aggiungere piccole quantità di:

  • Pesce 2-3 volte a settimana. Non mangiare legumi nella stessa giornata.
  • Frutta secca e semi oleaginosi Noci, mandorle, semi di zucca, semi di sesamo ecc. possono essere consumati anche ogni giorno senza eccedere nelle quantità (un pugnetto è sufficiente, data la loro straordinaria ricchezza di nutrienti)
  • Frutta fresca una porzione al giorno, rigorosamente di stagione e non di origine esotica. D’inverno va consumata cotta.
  • Condimenti solo olio extravergine di oliva di buona qualità. In certi casi specifici, andrà consumato rigorosamente cotto. In ogni caso, l’olio crudo è più appropriato in estate.

Sono invece da evitare:

  • Tutti i prodotti di origine animale tranne il pesce fresco;
  • I prodotti da forno;
  • I dolci e qualunque cosa contenga zucchero e sostituti dello zucchero;
  • Caffè (se proprio è indispensabile, almeno limitarsi ad un solo caffè al giorno), tè, cacao, bevande varie, alcool e spezie;
  • Prodotti raffinati (riso bianco, farro perlato, orzo perlato, ecc.);
  • Chi è affetto da artrite reumatoide, deve inoltre evitare melanzane, peperoni, patate, pomodori e agrumi, tutti gli altri devono rispettarne rigorosamente la stagionalità.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato