Non riesci a dimagrire? Occhio alla confezione!

Non riesci a dimagrire? Occhio alla confezione!

Il sovrappeso e l’obesità dilagano, nonostante l’attenzione a quello che si porta in tavola sia molto diffusa.
Altrettanto “a macchia d’olio” si diffondono le disfunzioni ormonali a tutti i livelli: malfunzionamenti della tiroide, alterazioni del ciclo ormonale femminile, disturbi della produzione e della risposta cellulare all’insulina.
Un insospettabile, qualcosa a cui generalmente non si presta attenzione, mette lo zampino nella genesi di tutti questi problemi: il confezionamento degli alimenti.

Ti affanni a contare le calorie di tutto ciò che porti in tavola. Ma il peso non scende.

Compri tutto “light”, senza grassi. Niente da fare.

Il sovrappeso non è “armonioso”. Intendo dire che, indipendentemente dall’eventuale presenza di qualche chilo in più, ogni corpo dovrebbe conservare una sua armonia. Se invece l’equilibrio delle forme è alterato da depositi di grasso che tolgono grazia alla figura (i così detti “cuscinetti”), devi iniziare a considerare gli imballaggi in cui sono confezionati gli alimenti che acquisti, le pellicole e i contenitori che utilizzi a casa per conservarli e i materiali delle stoviglie con cui cucini o riscaldi.

I tuoi nemici hanno nomi precisi: ftalati, bisfenolo A, bisfenolo F e bisfenolo S (BPA, BPF, BPF).

Cosa fanno di male?

Sono interferenti endocrini. Sono cioè capaci di imitare i tuoi ormoni. Per questo motivo, determinano una sovrastimolazione ormonale, ostacolano il funzionamento degli ormoni naturali (vanno ad occupare i siti a cui dovrebbero legarsi i tuoi ormoni, che pertanto non possono svolgere la loro funzione), interferiscono con la produzione e il controllo degli ormoni.

Queste interferenze sono alla base delle tanto diffuse disfunzioni ormonali.

Pericolosissimi per i bambini, gli interferenti endocrini sono anche capaci di mandare in tilt gli ormoni che regolano il metabolismo, facendoti ingrassare nonostante mille sforzi, e creano quel sovrappeso “sgraziato” di cui parlavo prima.

In più, dato che il tuo corpo non è in grado di eliminarli totalmente, per renderli più innocui li ingloba in cellule di grasso, nel tentativo di isolarli e impedire loro di agire. Dunque, stimolano direttamente l’accumulo di grasso.

Dove si trovano questi temibili composti?

Ftalati

Vengono aggiunti alle plastiche per aumentarne l’elasticità e la plasticità.

Si trovano nelle pellicole che utilizziamo a casa per conservare gli avanzi di cibo e nei contenitori in plastica (ma anche nelle bustine di plastica in cui sono confezionate le merendine che dai a tuo figlio).

Passano più facilmente all’alimento con cui vengono in contatto quando l’alimento contiene dei grassi (per esempio, il formaggio) e con il riscaldamento.

Quindi, utilizza la  pellicola per avvolgere verdura e ortaggi, ma non utilizzarla per formaggi, salumi, carne o cioccolato.

Se cucini o riscaldi al microonde, utilizza stoviglie in ceramica o in vetro. Evita plastica e silicone.

Inoltre, gli ftalati contaminano facilmente le carni avicole: acquista pollo e tacchino dal macellaio. Evita le vaschette di polistirolo avvolte nella pellicola dei supermercati.

Bisfenoli

Vengono impiegati per dare maggiore robustezza alle plastiche.

Si trovano nelle bottiglie, nei piatti e nelle posate di plastica, nei contenitori in plastica che utilizziamo per conservare gli alimenti, ma anche nelle lattine delle bevande e delle conserve alimentari (ad esempio, pomodori pelati, ananas affettato e legumi cotti in lattina, tonno).

Inoltre, si liberano dalle padelle antiaderenti quando il rivestimento si graffia.

Per evitare gli interferenti endocrini:

  • acquista alimenti freschi e naturali evitando gli alimenti pronti confezionati;
  • non utilizzare piatti e posate in plastica;
  • cambia le padella antiaderenti quando il rivestimento non è più perfetto;
  • per conservare gli alimenti, prediligi contenitori in vetro;
  • evita stampi da forno in silicone.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato