Il pesce è un alimento sicuro?

Il pesce è un alimento sicuro?

Il pesce è uno dei protagonisti indiscussi della sana alimentazione.
Fra tutti gli alimenti di origine animale, è quello che va consumato con maggior frequenza.
E l’inquinamento del mare?
E la grande quantità di plastica dispersa nelle acque?
Non influenzano la salubrità del pesce?
Vediamo insieme se il pesce è un alimento sicuro.

Centinaia di studi scientifici hanno dimostrato che un consumo di minimo due o tre volte alla settimana di pesce è associato ad un minore rischio di patologie cardiovascolari, diabete e alcuni tipi di tumore: i benefici che derivano dal consumo regolare di pesce superano di gran lunga i potenziali rischi, che, fra l’altro, si possono minimizzare con alcuni accorgimenti.

Le possibili contaminazioni che il pesce può subire a causa dell’inquinamento sono fondamentalmente due: le microplastiche e i metalli pesanti.

Le microplastiche

Sono piccole particelle che si distaccano dalla immensa mole di plastica che viene dispersa in mare.

I pesci le ingeriscono: sono state ritrovate nei loro stomaci.

Tuttavia, non è certo che dallo stomaco le microplastiche passino ai muscoli del pesce, che rappresentano la parte edibile (quella che mangiamo).

Detto questo, impegnarci tutti ad utilizzare meno oggetti in plastica non può che fare bene, alla salute nostra e del nostro pianeta.

I metalli pesanti

I metalli pesanti derivano dagli scarichi industriali.

Se ingeriti oltre una certa soglia, sono potenzialmente tossici e cancerogeni.

Purtroppo contaminano il pesce, ma non tutte le specie allo stesso modo.

Ti spiego.

In natura vige la legge del bio accumulo. I pesci di piccola taglia, ad esempio le alici, assumono una piccola quantità di metalli pesanti. Le specie che si cibano di alici, ad esempio i calamari, assumono i metalli pesanti dal mare e dalle alici, pertanto concentrano una maggiore quantità di questi residui. I pesci che mangiano i calamari, a catena, assumono una quantità ancora maggiore di metalli.

In conclusione, i pesci il cui consumo va limitato a non più di una volta ogni tre settimane (e bandito durante la gravidanza) sono i pesci di grossa taglia, come il pesce spada e il tonno.

Il pesce di allevamento

I salmoni, le orate e le spigole che troviamo sui banchi delle pescherie provengono oramai tutti dagli allevamenti.

Il pesce sviluppa i suoi acidi grassi omega tre, motivo dell’effetto preventivo di questo alimento nei confronti di tante malattie, nel momento in cui si ciba di ciò che trova naturalmente nel mare. Il pesce allevato viene nutrito con i mangimi. Pertanto, contiene una minore quantità dei benefici omega tre.

Nel caso del salmone, si aggiunge un ulteriore problema: le carni di questo pesce diventano del caratteristico colore rosa quando si alimenta di un determinato gamberetto, che trova in natura. Negli allevamenti il “rosa salmone” si ottiene somministrando agli animali un colorante sintetico insieme al mangime. Ne deriva un alimento con residui di colorante chimico.

Infine, gli allevamenti ittici sono molto inquinanti: come in un circolo vizioso, rendono sempre più inquinato il mare e quindi aumentano il rischio che il pesce sia contaminato.

Cosa scegliere in pratica

In conclusione, mangia pesce 3 volte alla settimana, dato che i benefici per la tua salute superano i potenziali rischi.

Scegli pesci di piccola taglia non allevati (sono un’infinità: alici, sarde, sgombri, triglie, merluzzi, saraghi, mormore, cefali, boghe, ricciole, eccetera).

Se ami tonno e pesce spada, mangiali non più di una volta ogni tre settimane. Evitali in gravidanza.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato