Un segreto per dimagrire in fretta

Un segreto per dimagrire in fretta

Se nonostante infiniti sforzi non riesci a dimagrire, probabilmente il regime che hai adottato non è ben tarato sulle caratteristiche, uniche, personali e irripetibili, del tuo corpo (dieta copiata dall’amica o trovata sui mezzi di informazione o prescritta senza prima effettuare un’analisi completa della composizione corporea).
Ma potrebbe anche esserci una circostanza che rende effettivamente molto difficile perdere peso, ed è anche un rischio per la salute: l’infiammazione cronica di basso grado.

Ti stupisce vedere affiancato il termine “infiammazione” all’argomento “dieta”?

Adesso ti spiego come si collegano.

L’infiammazione è l’effetto della reazione del tuo sistema immunitario nei confronti di un’ingiuria o di una minaccia. Se per esempio ti ferisci, l’infiammazione sarà un’ottima strategia difensiva: l’area della ferita si arrosserà e si gonfierà. Questo è il segno che un esercito di globuli bianchi, le cellule del sistema immunitario, è giunto sul posto per scongiurare un’infezione e per “riparare” la parte lesionata.

La stessa risposta si verifica ogni qual volta il tuo corpo entra in contatto con virus o batteri.

La caratteristica della reazione difensiva è la rapidità: si manifesta lì dove c’è una minaccia per la tua salute, la rimuove e si ritira.

Dunque si tratta di una protezione, allora dov’è il problema?

I guai arrivano quando questa risposta si verifica senza motivo apparente, cioè quando non ti sei ferito né sei venuto in contatto con pericolosi germi, ed è poco intensa, ma persistente. Non procura arrossamenti né tumefazioni. I suoi sintomi sono molto vaghi: per esempio, stanchezza persistente, umore a terra, aumento di peso ingiustificato, sovrappeso recidivo alla restrizione alimentare.

Che cosa fa sì che le cellule del tuo sistema immunitario si muovano senza un valido motivo?

Le cause possono essere varie. Per esempio, lo stress cronico (i tuoi problemi di peso sono iniziati o peggiorati da quando i tuo ritmi di vita si sono fatti più sfiancanti?); disordini auto immuni; sovrappeso (ricorda sempre che il grasso non è un deposito passivo di alimenti assunti in eccesso: produce molecole infiammatorie. Così, rischia di farti entrare in un circolo vizioso: il grasso in eccesso provoca l’infiammazione che a sua volta rende molto difficile smaltire il grasso accumulato).

In questi casi, l’infiammazione non è più un fenomeno rapido e transitorio, ma diventa persistente. Silenziosa e senza sintomi, va ad alterare molti meccanismi del tuo corpo. La conseguenza che appare ai tuoi occhi è la tendenza ad ingrassare e l’estrema difficoltà a dimagrire ma ricorda che questa condizione può rappresentare un fattore predisponente l’insorgenza di numerosi problemi di salute, per esempio l’artrite, il morbo di Alzheimer e il cancro.

La via d’uscita passa dallo stile di vita. Attività fisica costante e alimentazione adeguata sono la strategia vincente.

Cosa mangiare

In realtà voglio partire da cosa non devi mangiare: gli alimenti ricchi di zuccheri e grassi trans. In due parole, evita tutti gli alimenti ultra processati.

Per quanto riguarda invece gli alimenti da scegliere, è molto importante che tu abbia ben presente un concetto: a vincere è la squadra, non il singolo fuori classe. E’ indispensabile creare un contesto di alimentazione anti infiammatoria, e in questo senso la dieta mediterranea tradizionale vince su qualsiasi altro regime, come dimostrano numerosi studi scientifici.

Una volta adottato uno stile alimentare antinfiammatorio, inserire qualche “campione” di certo ti darà una mano.

Chi sono i tuoi campioni contro l’infiammazione?

Prestigiosissimi istituti di ricerca scientifica hanno individuato sei fuori classe.

Intrugli di zenzero?

L’ormai “tormentone” olio di cocco?

Golden milk ayurvedico?

No. Alimenti semplicissimi molto diffusi in Italia.

Si tratta di: pomodori, arance e frutti rossi, frutta a guscio, verdure a foglia verde, pesce grasso.

Il pomodoro

Il segreto del pomodoro è il licopene, pigmento responsabile del suo colore rosso che inibisce la produzione di molecole che alimentano l’infiammazione cronica.

Arance e frutti rossi

Fragole, ciliege, arance rosse, mirtilli e more devono il loro colore alle antocianine, molecole che agiscono al livello genetico, spegnendo sul nascere la produzione di molecole infiammatorie.

Olio extravergine di oliva

A proposito dell’olio extravergine di oliva basta dire che uno dei suoi polifenoli, l’oleocantele, ha lo stesso meccanismo di azione di una classe di antinfiammatori da banco venduti in farmacia. Senza effetti collaterali, però. Da non dimenticare, inoltre, l’effetto protettivo dello speciale mix di vitamina E, polifenoli e acidi grassi insaturi.

Frutta a guscio

Condivide con l’olio extravergine di oliva la vitamina E e i polifenoli, cui aggiunge importanti sali minerali.

Verdura a foglia verde

È ricca di folati, o vitamina B9, che intervengono nella costruzione del materiale genetico. Dunque producono nuove cellule, che vanno a sostituire quelle vecchie e mal funzionanti.

Pesce grasso

Il pesce è l’unico alimento di origine animale presente nei campioni.

Deve questo onore alla sua ricchezza in acidi grassi omega tre, dalla spiccata azione antinfiammatoria.

Non tutte le specie ne sono ugualmente ricche: da preferire il pesce azzurro, seguono dentice, branzino e orata (a patto che non siano di allevamento). Da non dimenticare i molluschi (cozze, vongole, calamari, polpi, seppie ecc.).

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato