Mangiare il cioccolato e non ingrassare? Si può (ma a certe condizioni)

Mangiare il cioccolato e non ingrassare? Si può (ma a certe condizioni)

Il cioccolato è il simbolo per eccellenza del potere consolatorio del cibo.
Alzi la mano chi non ha mai affogato una delusione in una vaschetta di gelato al cioccolato o in un vasetto di crema al cacao!
Non si tratta solo di ricercare un buon sapore: il cioccolato contiene sostanze che agiscono sul sistema nervoso, grazie alle quali ci regala quel senso di appagamento.
Il cioccolato contiene anche minerali e antiossidanti che fanno bene e, se non eccedi nelle quantità e lo inserisci in un’alimentazione opportunamente bilanciata, non fa ingrassare.

Devi però saperlo scegliere.
Vediamo come orientarti fra le tante varianti in commercio.

Fondente, al latte e bianco

Queste sono le forme base in cui trovi le barrette di cioccolato, cui possono essere aggiunti altri ingredienti come la frutta secca (esempio: barretta di cioccolato e nocciole) o spezie o insaporitori vari (ad esempio: le tavolette di cioccolato al peperoncino o alla cannella o al rhum).

Per ottenere barrette e cioccolatini si parte dalle bacche della pianta del cacao (fave di cacao) che vengono prima tostate, poi frantumate e ridotte nella pasta di cacao. Da questa si possono separare il burro di cacao e il cacao magro destinato alla preparazione del cioccolato in polvere.

Il cioccolato di qualità più alta si prepara a partire dalla pasta di cacao.

Nelle preparazioni di qualità più bassa, il cioccolato si ottiene mescolando il burro di cacao a polvere e semi di cacao.

Dunque, hai già un’indicazione: quando acquisti il cioccolato, verifica che sull’elenco degli ingredienti siano riportati la pasta di cacao o le fave di cacao. Se vuoi un cioccolato di ottima qualità, cercane uno che non riporti fra gli ingredienti il burro di cacao.

Il cioccolato fondente si ottiene mescolando la pasta di cacao (o/e il burro di cacao nei prodotti di qualità più bassa) con percentuali variabili di zucchero. A questo impasto base si possono aggiungere altri ingredienti in base a ciò che si vuole preparare: nocciole per il cioccolato alle nocciole, eccetera.

Nel cioccolato al latte all’impasto di cacao e zucchero viene aggiunto anche il latte in polvere, più, eventualmente, burro e lattosio.

Il cioccolato bianco si prepara mescolando burro di cacao, zucchero e latte in polvere. Puoi già comprendere che è la scelta meno conveniente: la parte meno pregiata ottenuta dalla lavorazione delle fave di cacao più zucchero…fa ingrassare e non apporta i famosi antiossidanti del cacao.

Cosa significano le percentuali

Sulle confezioni di cioccolato sono riportate delle percentuali.

A cosa si riferiscono?

Cosa significa, ad esempio, “cioccolato al 70%”?

Indica la quantità di cacao, in forma di pasta o di burro di cacao, sul totale degli ingredienti.

Dunque, se il cioccolato è al 70%, su 100 grammi di prodotto finito, 70 grammi sono di cacao. La parte restante è composta da zucchero, latte se si tratta di cioccolato al latte ed è possibile, purtroppo, che ci siano anche grassi vegetali di provenienza diversa. Questi ultimi ingredienti fanno ingrassare, non apportano le sostanze benefiche del cioccolato e contribuiscono a far aumentare il tuo colesterolo e i tuoi trigliceridi.

Leggere bene l’elenco degli ingredienti è davvero indispensabile per fare una buona scelta.

Più alta è la percentuale, meno sono presenti ingredienti diversi dal cacao. Il cioccolato al 100% non contiene neanche zucchero!

Perché un cioccolato di buona qualità fa bene

Il cacao contiene alte concentrazioni di minerali importantissimi, quali calcio, fosforo, magnesio e ferro.

E’ necessario tuttavia precisare che la loro biodisponibilità, cioè la possibilità che questi minerali vengano effettivamente utilizzati dal nostro corpo, viene limitata da altre sostanze presenti nel cioccolato, chiamate tannini, che li legano limitandone l’assorbimento da parte del corpo.

Discorso diverso per i polifenoli. L’azione antiossidante di queste sostanze contenute nel cacao è stata chiaramente dimostrata. Per questo motivo, il cioccolato fondente ad altissima percentuale può essere considerato a tutti gli effetti un alimento valido per contrastare il pericoloso stato di infiammazione cronica silente (sempre all’interno di un’alimentazione appropriata! Se ti cibi di hot dog, non c’è cioccolato che possa aiutarti).

Perché ho specificato fondente e ad altissima percentuale di cacao?

Perché il latte inibisce l’azione dei polifenoli, dunque il cioccolato al latte non apporta alcuna sostanza benefica.

Ad altissima percentuale di cacao perché più è alta, meno zucchero è presente. Ricorda che lo zucchero è infiammatorio, per cui un cioccolato dolce spegne un fuoco con una mano e accende il tizzone con l’altra.

Altro pregio esclusivo del cioccolato fondente ad altissima percentuale di cacao è la presenza di teobromina, alcaloide che procura il noto senso di benessere psicologico.

Inoltre contiene feniletilammina, sostanza che viene rilasciata dal tuo cervello quando provi forti emozioni positive, ad esempio quando ti innamori.

Ricapitoliamo

Il cioccolato per fare bene deve essere fondente e ad altissima percentuale di cacao.

Il cioccolato al latte fa ingrassare e non dà benefici perché il latte inibisce l’azione degli antiossidanti.

Il cioccolato bianco è la scelta peggiore.

La scelta migliore è il cioccolato fondente al 100% che riporti sull’elenco degli ingredienti pasta o fave di cacao e non burro di cacao.

Quanto ne puoi mangiare?

Ricorda sempre che quello che fa bene non fa “meglio” se ne mangi di più. Il cioccolato resta un alimento altamente nutriente, per cui non conviene esagerare con le quantità.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato