Impara ad associare le verdure

Impara ad associare le verdure

“Verdura a piacere”.

“Le verdure sono equivalenti”.
Frasi che derivano dall’antiquata mentalità basata sul calcolo delle calorie.
Ogni vegetale ha sue specifiche caratteristiche che lo rendono più o meno idoneo ad essere associato con gli altri alimenti.

Vediamo nel dettaglio come abbinare correttamente le diverse tipologie di vegetali alle varie categorie di alimenti.

Verdura e legumi

I legumi possono provocare aria e gonfiore. Anche alcuni vegetali (cavolfiori, cime di rape, broccoli, carciofi, funghi, cavoletti di Bruxelles, insalata iceberg). Se li metti insieme, la tua pancia lieviterà a vista d’occhio!

Quando mangi i legumi, abbina vegetali che siano anti meteorici o/e che abbiano una fibra non troppo “irritante” per l’intestino o/e che abbiano un’azione sgonfia pancia.

Concretamente:

NO Cavolfiori, cime di rapa, broccoli, carciofi, funghi, verza, cavolo cappuccio, cavoletti di Bruxelles, insalata iceberg.

SI Radicchio, indivia belga, cicoria, scarola, carote, zucca, finocchio, bietole, songino, zucchine, cetriolo.

Verdura e carni

La carne sottopone i tuoi reni ad uno sforzo maggiore rispetto ad altri alimenti. Per questo motivo, è bene associarla a vegetali che invece agevolano la funzione renale.

Quando mangi la carne, come contorno scegli fra: insalata di tutti i tipi (iceberg, romana, songino, lattuga, eccetera), cicoria, scarola, radicchio, indivia belga, finocchio, cetriolo e zucchine.

Verdura e pesce

Il pesce, al contrario di carne e legumi, non crea problemi digestivi o aggravi funzionali da gestire mediante l’associazione della verdura appropriata.

Qualunque vegetale si presta all’abbinamento con il pesce.

Tutt’al più, puoi potenziare alcuni effetti positivi del pesce. Mi spiego meglio: il pesce ha uno spiccato effetto drenante e dimagrante grazie agli acidi grassi anti infiammatori e al contenuto di iodio. Per potenziare il risultato snellente e anti cellulite puoi abbinare vegetali a loro volta drenanti o che sostengono il lavoro del fegato (il grande responsabile della tua bellezza): tutte le verdure amare (quindi cicorie, scarola, radicchio e indivia belga) e tutti i vegetali che stimolano la funzione epatica (carciofi, cardi, tarassaco, ortica).

Nel caso del pesce vige anche la regola al contrario rispetto a carne e legumi: il pesce contrasta effetti non sempre richiesti di alcuni vegetali. Mi spiego meglio. Tutte le crucifere (cavolfiori, cime di rapa, broccoli, verza, cavolo cappuccio, rucola, ravanelli, cavoletti di Bruxelles) contengono molecole antitumorali, sostengono il lavoro del fegato con tutte le belle conseguenze viste sopra però sono controindicate in caso di ipotiroidismo. Ebbene, grazie all’alto contenuto di iodio, il pesce bilancia l’effetto negativo di questi (per altri versi straordinari) vegetali. Quindi, se sei ipotiroideo, non rinunciare alle crucifere, ma abbinale al pesce: avrai tutti i loro effetti benefici senza alcun risentimento per la tua funzione tiroidea.

Verdure e formaggi

I formaggi fanno ingrassare e danno ritenzione idrica. Oltre all’alto contenuto in grassi saturi, questi effetti derivano dall’appesantimento della funzione epatica (ancora una volta il tuo fegato è protagonista!).

Per mitigare queste spiacevoli conseguenze quando mangi il formaggio abbina verdure amare o comunque ricche di ferro cotte in olio e aglio (funghi, carciofi, cicorie, radicchio, indivia belga e scarola) più un vegetale crudo molto drenante (radicchio e indivia se non li hai scelti cotti, finocchio, cetriolo o insalata, ma quest’ultima in base alla verdura cotta scelta: ti sarà più chiaro quando avrai letto il paragrafo seguente)

Vegetali e vegetali

Pasta con le cime di rapa (il mio sangue pugliese fa sì che questo sia il primo esempio che mi viene in mente), risotto con i funghi, pasta con i carciofi, quinoa con le zucchine…i vegetali sono il condimento ideale dei cereali per creare un piatto sano, gustoso e bilanciato come carico glicemico (a patto che tu lo condisca appropriatamente, con una buona dose di olio extravergine di oliva e lo cucini adeguatamente).

Che contorno abbiniamo?

La regola per abbinare i vegetali fra lo loro è questa: se inserisci in una portata un vegetale che può potenzialmente creare gonfiore (cavolfiori, cime di rapa, broccoli, carciofi, funghi, verza, cavolo cappuccio) o che può risultare irritante per gli intestini più sensibili (carciofi, funghi e melanzane) o che possono richiedere più tempo per essere digeriti (peperoni) abbina un vegetale altamente digeribile: songino, radicchio, indivia belga e zucchine in cima alla lista. Generalmente non creano problemi neanche: carote, cicorie, finocchio e bietole.

Inoltre, se la tua pancia è molto delicata o si gonfia facilmente, non inserire 2 verdure cotte nello stesso pasto: se mangi il riso con i funghi, scegli un contorno crudo.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato