Cosa mangiare in spiaggia

Cosa mangiare in spiaggia

L’estate quest’anno sembra aver anticipato. Non è ancora arrivato giugno, ma c’è già il clima ideale per trascorrere le domeniche in riva al mare.
Cosa portiamo da mangiare?

Quando organizziamo il pasti da portare in spiaggia i criteri da seguire sono:

  • Facile digeribilità, per non aspettare troppo tempo per fare il bagno il pomeriggio;
  • Funzionalità: i raggi del sole sulla pelle regalano una sensazione piacevolissima, ma ricorda che il sole è molto insidioso. Oltre ad applicare sempre la protezione adatta al tuo fototipo, proteggiti anche dall’interno con gli alimenti appropriati. Non solo sulla spiaggia, ma tutti i giorni.

Come organizziamo il nostro pasto?

Passata la moda delle diete dissociate, al momento la vulgata è che bisogna fare sempre pasti completi: mai carboidrati da soli, per carità, abbiniamo sempre le magiche proteine per annullare il maleficio procurato da pasta e pane.

In realtà in tema di alimentazione non esistono leggi fisse per il semplice motivo che non c’è un unico corpo. Ognuno di noi ha necessità diverse in base alla sua struttura fisica e al suo stile di vita: per alcuni è necessario mangiare sempre primo e secondo, per altri no.

In particolare quando siamo in spiaggia, con il caldo che appesantisce la digestione, è opportuno fare in modo di non renderla troppo laboriosa.

Come comporre quindi il nostro pranzo sotto il sole?

Possiamo organizzare un piatto unico per non portare troppi contenitori al seguito. Iniziamo da una base di carboidrati: patate lesse (ricche di potassio che si disperde con la sudorazione) o cereali in chicco. Non solo riso: assaggia anche il farro, l’orzo o pseudocereali come quinoa e grano saraceno.

Mi fermo un attimo perché già ti immagino con i capelli dritti per aver letto la parola “patate”.

Non fanno ingrassare solo a pronunciarne il nome?

In realtà le patate sono la dimostrazione perfetta del fatto che in nutrizione non esistono dogmi. Le patate mangiate calde hanno un alto carico glicemico e sì, fanno ingrassare. Ma se le lasci raffreddare (e al mare mangerai un’insalata di patate preparata al mattino presto o la sera prima, di certo non le tirerai su dall’acqua bollente in quel momento!) il loro amido si modifica con crollo del carico glicemico: non solo perdono il loro spiacevole potenziale ingrassante, ma le patate hanno una qualità di fibra molto gradita al tuo microbiota intestinale. Detto in parole molto semplici: le patate fredde non fanno ingrassare (ovviamente a patto che le mangi in quantità adeguata alla tua struttura e al tuo stile di vita) e nutrono i batteri intestinali amici della linea.

Riprendiamo il discorso. Alla base di patate o cereali o pseudocereali aggiungi degli ortaggi freschi come pomodori, cetriolo, carota crudi o fagiolini bolliti tagliati a cubetti o fettine di zucchine o melanzane grigliate o tocchetti di peperone crudo o arrostito. Non solo farai il pieno di vitamine e minerali, ma grazie alla fibra rimarrai sazio più a lungo.

Non può mancare una generosa dose di olio extravergine di oliva per arricchire il tuo piatto di antiossidanti, abbassare ulteriormente il carico glicemico (già contenuto nelle fonti di carboidrati che ti ho proposto) e prolungare la sazietà.

Aggiungiamo o no una fonte proteica?

Se hai un fisico di corporatura media e compensi poi a cena, non è strettamente necessario. Se hai un fisico prestante, o semplicemente ti fa piacere, puoi aggiungere del tonno (sceglilo sempre confezionato in vetro) o una manciata di ceci o tocchetti di petto di pollo o di salmone selvaggio affumicato. Sconsigliati i formaggi che rendono la digestione più laboriosa a causa dell’abbondanza di grassi saturi e i prosciutti per ché troppo salati.

E la frutta, quando la mangiamo?

Puoi mangiarla al termine del pranzo se ti fa piacere. Se però sei un esteta iper perfezionista, mangiala a metà mattina e/o a metà pomeriggio: dopo pranzo è normale che la pancia un pochino si gonfi, se vuoi limitare al massimo questo effetto è opportuno distanziare la frutta la frutta dal pasto.

Un’altra soluzione è la seguente: mangia la frutta, abbondando un pochino con la quantità, al posto dei carboidrati proposti e abbina, per non addentare gli ombrelloni dopo due ore, una porzione di secondo e una di verdura.

Ti faccio un esempio così è più chiaro. Componi un’insalata con del petto di pollo cotto in padella come ti ho insegnato in questo articolo oppure con una porzione di polpo o di gamberi bolliti, tagliati a tocchetti (i gamberi non è necessario) aggiunti ad una bella insalata mista di ortaggi crudi o/e cotti, il tutto irrorato con olio extravergine di oliva. Concludi il pasto con la frutta: in questo caso non ti gonfierà ma mi raccomando di scegliere una sola fonte proteica.

Quale frutta prediligere?

La frutta di colore arancione (melone, albicocche, pesche, nettarine) è quella che meglio ti protegge dai raggi U.V. grazie all’alto contenuto in beta carotene.

Poi certo, una fetta di anguria fresca sotto il sole è uno dei piaceri dell’estate!

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato