Attacchi di fame, voglia compulsiva di dolci. Come contrastarli?

Attacchi di fame, voglia compulsiva di dolci. Come contrastarli?

Gli attacchi di fame incontrollabili con desiderio specifico verso i dolci vengono normalmente liquidati come “fame nervosa”.

Quello che sta emergendo dagli studi è che c’è poco di “nervoso” e molto di concreto.
Alla base dei così detti “cravings” ci sono precisi meccanismi fisiologici, che puoi disinnescare.

Una ricerca condotta nella prestigiosissima università di Yale (USA) nel 2011 ha svelato che in condizioni di ipoglicemia (poco zucchero nel sangue) il centro della fame presente nel cervello viene potentemente attivato. Di conseguenza, ti muovi come un’automa alla ricerca degli alimenti che possono rapidamente rialzare la glicemia: dolci e alimenti spazzatura. Inutile voler contrastare questo “bisogno” con la forza di volontà.

Meglio agire a monte, evitando la condizione di ipoglicemia. Questo non vuol dire che devi mangiare continuamente zucchero e dolci!

Quando mangi i dolci o pranzi con solo un piatto di pasta poco condito (perché magari sei a dieta dissociata: a pranzo solo pasta e pochissimo olio, per carità, fa ingrassare! e sciocchezze simili), senza una buona dose di vegetali e grassi salutari, dopo poche ore dal pasto rischi un’impennata della glicemia. Il tuo corpo a questo punto si attiverà per abbassarla subito: produrrai una buona quantità di insulina che provvederà esuberantemente ad abbassarla. Anche di troppo. Ed ecco che si innesca la voglia irrefrenabile di torta alla crema (o patatine: anche se salate, fanno lo stesso effetto!).

Dunque per disinnescare gli attacchi di fame devi evitare di innalzare bruscamente la glicemia dopo i pasti.

E’ molto facile. Basta seguire questi suggerimenti.

Colazione bilanciata

Lo dice il proverbio: chi ben comincia è a metà dell’opera.

Se ti limiti ad un caffè con dei biscotti, o se bevi solo il caffè ma zuccherato, ti esponi al rischio di avere un “attacco di fame incontrollabile” dopo due ore.

L’ideale per metterti al riparo è la colazione salata. Pane integrale con olio e pomodori (come facevano i nonni) o con un uovo strapazzato ti garantiranno sazietà, ma anche concentrazione e rendimento psicofisico, fino ad ora di pranzo.

Se la colazione salata non è proprio nelle tue corde, hai tantissime altre opzioni per costruire una colazione bilanciata. Leggi questo articolo per capire come fare.

A pranzo e cena, sempre un entrèe

A pranzo e a cena, inizia sempre con un piatto di verdura condita con olio extravergine di oliva più succo di limone o aceto.

La verdura fornirà le fibre che limiteranno il picco post prandiale. L’olio extravergine di oliva farà lo stesso grazie ai suoi grassi altamente salutari. In più, la sua oleuropeina ha azione specifica sulla normalizzazione della glicemia.

E l’aceto e il succo di limone a cosa servono? L’acido rallenta la trasformazione degli amidi in zucchero, contribuendo ad un aumento più controllato della glicemia post prandiale.

Dopo “l’antipasto vegetale” mangia quello che viene comunemente chiamato secondo. Lascia la pasta o il riso per ultimi. Una ricerca dell’università di Pisa ha dimostrato che questa è la sequenza ideale.

La pasta e il riso preparali così: scolali ben al dente e passali sotto l’acqua fredda (in questo modo gli amidi cambiano struttura con riduzione del carico glicemico) e poi condiscili saltandoli in una padella in cui avrai scaldato dell’olio extravergine di oliva con spezie o ortaggi di tuo gradimento.

Se poi ti capita un piatto unico, come pasta e fagioli oppure un’insalata di polpo e patate, non stressarti a separare gli ingredienti! Nessuna buona regola alimentare deve mai diventare una schiavitù o un’ossessione.

Un comportamento ultra virtuoso, così efficace nel controllare i picchi di glicemia post prandiali da essere consigliato anche ai diabetici, è fare una camminata di 10 minuti dopo i pasti. Fuori fa freddo e per questo non ti va proprio di uscire a camminare? Sappi che la camminata al freddo è ancora più efficace.

Con questi accorgimenti sei al riparo dalla voglia compulsiva di dolci.

Ma se i dolci ti piacciono e vuoi consumarne uno, come introdurlo in questa routine?

Al termine di un pasto completo, organizzato come ti ho descritto. Evitalo invece a merenda, mangiato da solo e a stomaco vuoto.

Se vuoi consigli personalizzati per gestire i tuoi pasti, contattami per una consulenza.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato