La dieta per la pressione alta

La dieta per la pressione alta

L’ipertensione arteriosa, comunemente chiamata pressione alta, non è propriamente una patologia, ma è una condizione che aumenta il rischio di incorrere in malattie molto gravi.
Complice lo stile di vita attuale, è sempre più diffusa. Ma le giuste abitudini possono farla regredire.

La dieta per la pressione alta

L’ipertensione arteriosa consiste nell’aumento della pressione che il sangue esercita sulle pareti delle arterie.

La pressione ha un valore massimo, che si raggiunge quando il cuore si contrae per pompare il sangue nelle arterie (sistole), e un valore minimo, che corrisponde alla fase in cui il cuore si rilassa (diastole) per riempirsi del sangue che pomperà alla successiva sistole.

La pressione sistolica (chiamata anche massima) non deve superare i 120 mm/Hg, mentre la diastolica (o pressione minima) non deve andare oltre gli 80 mm/Hg. Si classificano diversi gradi di ipertensione:

Preipertensione: pressione sistolica fra 120 e 139, pressione diastolica fra 80 e 89;

Ipertensione Stadio 1: pressione sistolica fra 140 e 159, pressione diastolica fra 90 e 99;

Ipertensione Stadio 2: pressione sistolica pari o superiore a 160, pressione diastolica pari o superiore a 100.

La pressione alta sottopone il cuore ad uno sforzo maggiore, può danneggiare i vasi sanguigni degli occhi (causando retinopatie) e dei reni (causando nefropatie), può determinare la rottura di alcune arterie e aumenta il rischio di infarto, ictus e insufficienza cardiaca.

Curare l’ipertensione con la dieta

La prima mossa è controllare il peso. Il sovrappeso è il più importante fattore predisponente per l’ipertensione. La perdita di peso determina sempre una riduzione dei valori pressori e rappresenta la terapia più efficace e…priva di effetti collaterali! Raggiungere e mantenere il peso forma associando alla dieta l’attività fisica dà ulteriori benefici.

Molto importante è ridurre il consumo di sale. Il comune sale da cucina è il cloruro di sodio, composto al 40% da sodio, il minerale responsabile dell’aumento della pressione. Non è necessario abolirlo del tutto, almeno nella maggior parte dei casi, ma bisogna usarne poco, come d’altronde si è sempre fatto, fino a quando le industrie alimentari hanno iniziato a sfruttare il suo potere di conservante. Infatti, circa i tre quarti del sale che ingerisci ogni giorno non vengono dalla saliera, bensì dagli alimenti industriali. Le industrie alimentari aggiungono molto sale nei loro prodotti per aumentarne la conservabilità e per mascherare il gusto, non proprio gradevole, di materie prime scadenti. Inoltre, in taluni snack, i classici dell’uno tira l’altro, vi è una particolare miscela di sale, zucchero e grassi studiata per stimolare le aree del cervello che inducono dipendenza, le stesse stimolate dalle droghe: ecco perchè se assaggi una patatina, non riesci a fermarti fino a quando non hai svuotato tutto il sacchetto.

Oltre ad evitare gli alimenti industriali, per ridurre l’introito di sale adotta i seguenti accorgimenti:

  • Non aggiungere sale ai cibi in tavola;
  • Riduci al minimo indispensabile il sale impiegato nella preparazione e cottura degli alimenti;
  • Evita i cibi in scatola e in salamoia, gli insaccati e i formaggi;
  • Per insaporire gli alimenti, utilizza le spezie e le erbe aromatiche. Fra queste, aglio, peperoncino e prezzemolo hanno azione diretta sulla pressione, l’aglio e il prezzemolo perchè fluidificano il sangue, il peperoncino per l’azione vasodilatatoria.

Molto importante è aumentare l’apporto di potassio perchè aumenta l’escrezione urinaria di sodio. Sono ricchi di potassio: le patate (da mangiare fredde per non ingrassare), le zucchine, i pomodori, gli agretti, l’avocado, le banane, le pesche e i meloni.

Un altro modo per combattere l’ipertensione è aumentare la produzione di ossido nitrico nel tuo corpo. L’ossido nitrico viene rilasciato dalle cellule che rivestono le arterie (endotelio) e segnala alla muscolatura delle stesse arterie di rilassarsi, permettendo loro di dilatarsi con conseguente riduzione della pressione esercitata dal sangue. Alcuni alimenti sono ricchi dei precursori dell’ossido nitrico: bietole, barbabietole (anche le loro foglie), rucola, insalata cappuccina, insalata lollo, coriandolo, cavolo nero e basilico.

Ricorda che questi accorgimenti sono molto efficaci, ma a patto che siano inseriti nel giusto contesto, cioè nell’ambito di un’alimentazione sana ed equilibrata. Se vuoi imparare quali sono i cardini della corretta alimentazione, leggi la mia Guida alla Corretta Alimentazione.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato