Piccoli pesci sottovalutati (ma molto più sani del salmone)

Piccoli pesci sottovalutati (ma molto più sani del salmone)

Hai deciso di mangiare sano e per questo scegli spesso il salmone.
D’altra parte, senti spesso dire che è un’ottima fonte di omega tre.
Ma il salmone ha molti punti critici.
Te li svelo in questo articolo e ti propongo delle alternative molto più salutari.

Le varie diete alla moda che si sono succedute negli ultimi anni (prima le iperproteiche, ora le chetogeniche) hanno una cosa in comune: fra le tante varietà di pesci viene caldamente raccomandato il salmone per la sua ricchezza in Omega 3.

E’ indiscutibile che gli Omega 3 siano davvero dei nutrienti molto importanti per il tuo corpo. Contribuiscono a mantenere ottimali i livelli di colesterolo e trigliceridi proteggendo così la salute del tuo cuore e del tuo apparato circolatorio. Inoltre garantiscono il giusto grado di fluidità delle tue membrane cellulari. Su di esse si trova, fra le altre cose, anche il recettore per l’insulina. Nel momento in cui la tua membrana ha il giusto grado di fluidità, il recettore per l’insulina risponde prontamente agli stimoli ormonali, scongiurando l’insorgenza di disturbi collegati all’insulina. Per questo motivo gli omega tre ti proteggono dal sovrappeso e ti aiutano a ritornare in forma più in fretta.

Ma torniamo al salmone: è veramente una buona fonte di Omega 3?

Il salmone che trovi sui banchi delle pescherie proviene quasi tutto dagli allevamenti intensivi. Il salmone sviluppa in natura i suoi Omega 3 perché si nutre di pesci, ma il salmone allevato non viene nutrito con i pesciolini, bensì viene nutrito con mangimi spesso di qualità non eccelsa. In questo modo il salmone allevato non sviluppa Omega 3, ma trigliceridi e colesterolo! Quindi alla fine ha valori nutrizionali e qualità di grassi simili a quelli delle carni grasse, come ad esempio le salsicce: alimenti che non vengono certo raccomandati in una sana alimentazione!

Ma c’è anche un altro grande problema. Il salmone in natura diventa del suo caratteristico e bellissimo colore rosa salmone perché mangia molti gamberetti. Negli allevamenti non gli vengono dati i gamberetti perché sarebbe troppo costoso. Quindi le carni del salmone allevato sono grigie.

Cosa faresti vedendo sul banco del pescivendolo un trancio di salmone grigio?

Non lo compreresti, coma la maggior parte dei consumatori.

Per ovviare a questo inconveniente gli allevatori aggiungono al mangime un colorante, l’astaxantina, che una volta ingerito dal pesce, arriva alle sue carni, tingendole di rosa. Quindi mangi “pesce al colorante”! Un bel carico di sostanze chimiche che di certo non fa bene né al tuo corpo né al tuo metabolismo.

E se invece riesci a trovare il salmone selvaggio?

In questo caso è sì una buona fonte di Omega 3, ma c’è comunque una piccola problematica. Il salmone è un pesce di grandi dimensioni. Al pari di tonno pesce spada, si trova al vertice della catena alimentare. Ricordi il famoso proverbio “il pesce grande mangia il pesce piccolo”? Il pesce grande mangia il pesce medio, che mangia il pesce piccolo, che mangia il pesce ancora più piccolo. In tutti questi passaggi avviene il cosiddetto bio accumulo degli inquinanti.

Ti spiego cosa significa.

Noi umani abbiamo infestato il mare di tanti inquinanti fra cui i metalli pesanti. Man mano che sali verso il vertice della catena alimentare le concentrazioni di questi inquinanti diventano sempre più alte. Il salmone, essendo un pesce di grandi dimensioni, apporta una quantità non trascurabile di metalli pesanti come il mercurio, che, se ingeriti troppo frequentemente, predispongono a patologie infiammatorie e neuro degenerative (ad esempio, il morbo di Alzheimer).

Dunque, se vogliamo mangiare un pesce ricco di Omega 3 non c’è nessuna soluzione?

La soluzione c’è, è anche a buon mercato e, indovina un pò, si tratta di pesci varietà di pesci tipiche della nostra alimentazione mediterranea tradizionale: le alici e le sardine. Ricchissime di Omega 3 e piccole di dimensioni, sono al gradino più basso della catena alimentare, quindi accumulano la minore quantità di inquinanti presenti nel mare.

Inoltre sono molto ricche di fosforo, minerale essenziale perché le ultime tappe del tuo metabolismo possono avvenire correttamente nonché essenziale per la salute delle tue ossa.

Non è ancora finita: questi piccoli pesciolini sono molto ricchi di iodio ormone che serve al funzionamento della tua tiroide che è la regina incontrastata del tuo metabolismo.

Grazie alle loro ridottissime dimensioni possono essere mangiate con la lisca (magari dopo averle fritte in olio extravergine di oliva, per un pranzo super appagante!): un vero concentrato di calcio per la salute delle tue ossa!

Vuoi saperne di più su come e quanto pesce è opportuno consumare?

Leggi questo articolo.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato