Uva, chicchi di salute

Uva, chicchi di salute

Regina, Italia, Vittoria…la protagonista indiscussa delle tavole di settembre si presenta bene già dai bei nomi femminili che le sue varietà portano.
Delizioso al palato, questo frutto è purtroppo vittima di un infondato pregiudizio.

Un chicco, mille doni

Sembrano solo piccoli chicchi, ma in quelle piccole sfere si nascondono tanti elementi preziosi per il tuo corpo come la fibra importante per mantenere la linea, per la buona funzionalità intestinale e per il tuo microbiota; il potassio che previene l’ipertensione e contrasta la ritenzione idrica e vitamine essenziali per il buon funzionamento di tutto il tuo corpo.

E fin qui abbiamo ingredienti, certo altamente salutari, ma che nel mondo vegetale sono comunque ben rappresentati: fibre, potassio e vitamine non sono certo un’esclusiva dell’uva ma si trovano in tanti altri frutti e ortaggi!

Quello che rende speciale l’uva è la presenza di polifenoli (l’uva nera ne è più ricca di quella bianca) che abbassano il colesterolo cattivo e prevengono le malattie cardiovascolari.

Fra i polifenoli, particolarmente interessante è il resveratrolo, di cui l’uva è l’alimento più ricco.

Cosa ha di speciale il resveratrolo?

Oltre a promuovere la longevità, il resveratrolo stimola lo smaltimento del grasso in eccesso e aumenta la sensibilità all’insulina. Grazie a quest’ultima caratteristica, il resveratrolo fa si che la permanenza del glucosio nel sangue dopo un pasto sia più breve e che venga secreta una minore quantità di insulina.

Glicemia post prandiale meno alta e minor secrezione di insulina ti proteggono dagli attacchi di fame e cali di energia sul breve periodo (già due ore dopo aver mangiato) e nel tempo ti fanno da scudo contro l’accumulo eccessivo di grasso “ostinato”: in poche parole, quando la sensibilità all’insulina si abbassa è molto più facile ingrassare che rimanere in forma. L’uva, tramite il resveratrolo, ti protegge da tutto questo.

Un’accusa infondata

“Ma l’uva non è molto zuccherina?”.

Forse questo pensiero ti frulla in testa.

Il martellamento sul conteggio delle calorie di cui probabilmente sei stato vittima potrebbe aver insinuato in te questo pregiudizio.

Ma il tuo corpo non ragiona in termini di calorie!

Le calorie non sono un’entità concreta contenuta negli alimenti, ma un’unità di misura inventata dall’uomo.

E per giunta vengono misurate (per stabilirne la quantità che ogni alimento dovrebbe apportarne) in condizioni di laboratorio profondamente diverse da quello che avviene nel tuo corpo!

Ti lascio questi link ad altri articoli per chiarire meglio questo discorso:

https://giovannagallotta.it/corretta-alimentazione/diete-dimagranti/357-vuoi-dimagrire-allora-smetti-di-contare-le-calorie

https://giovannagallotta.it/corretta-alimentazione/diete-dimagranti/278-vuoi-dimagrire-smetti-di-contare-le-calorie 

Ma torniamo allo zucchero.

E’ vero che la quantità contenuta nell’uva è leggermente più alta rispetto ad altri frutti, ma grazie all’azione della fibra e del resveratrolo è più che compensato per cui, se ne consumi porzioni ragionevoli nell’ambito di un’alimentazione costruita con criterio, l’effetto positivo della fibra e del resveratrolo sul metabolismo degli zuccheri sovrasterà di gran lunga quello che può fare quel pochino di zucchero in più che prendi con l’uva.

Ricorda: l’interazione fra il tuo corpo e gli alimenti non si può ridurre a mera matematica. Tot grammi di zucchero avranno effetti molto diversi in base alla matrice che li apporta (ad esempio: l’uva oppure un gelato). Bisogna sempre guardare il pool di sostanze apportate da un alimento, e non la singola molecola, prima di poter dire: “fa ingrassare o non fa ingrassare”, “è sano o non è sano”. Ovviamente sempre rapportando il tutto alle porzioni adeguate per ciascuno di noi, in base alle sue peculiarità.

E adesso…una ricetta

Sfruttiamo la dolcezza dell’uva per creare dei dolcini che non necessitano dell’aggiunta di zucchero. Così sfrutteremo lo zucchero dell’uva, che come ti ho già spiegato non crea alcun problema finché ti attieni a porzioni ragionevoli, per evitare di aggiungere saccarosio o dolcificanti che invece (loro si!) possono essere problematici e far ingrassare.

Oltre all’uva utilizzeremo i datteri: altro frutto zuccherino ma ricco di fibra e di potassio.

Aggiungeremo della granella di nocciole in maniera che i loro grassi salutari vadano ulteriormente a bilanciare il carico di glicemico della preparazione.

Ma adesso bando alle ciance e andiamo con la ricetta!

Dolcetti di uva su base di datteri e granella di nocciole

Ingredienti:

100 grammi di datteri

1 cucchiaio di olio di cocco

1 cucchiaio di succo di limone

400 grammi di uva

50 grammi di granella di nocciole

Procedimento:

Metti in ammollo i datteri in acqua tiepida per una decina di minuti. Nel frattempo sciogli l’olio di cocco nel microonde o a bagnomaria (operazione non necessaria se dalle tue parti le temperature sono ancora estive).

Quando i datteri si saranno ammorbiditi, frullali con 2 cucchiai di acqua, il succo di limone e l’olio di cocco fino ad ottenere una crema omogenea.

Lava e asciuga accuratamente gli acini di uva, poi infilza ogni acino con uno specchino e ricoprilo per metà con la crema di datteri. Passalo infine nella granella di nocciole e falla aderire bene allo strato di crema di datteri.

Puoi servire subito o conservare i dolcini in frigorifero. In quest’ultimo caso, ricorda ti tirarli fuori dal frigo una mezz’ora prima di servirli.

Vorresti sperimentare altre ricette buone e sane?

Iscriviti alla newsletter per non perderti neanche un articolo! Trovi il form da compilare in home page.

Argomenti

Dicono di me

Ricette salutari per tutti i giorni

Anna Plantone
Anna Plantone
Leggi Tutto
“Ho iniziato il mio con la Dott.ssa Gallotta con l'obbiettivo di imparare a mangiare, attratta dal suo metodo "Non stare a dieta, impara a mangiare!" La consiglio vivamente perché ho imparato a seguire un alimentazione sana, funzionale e bilanciata senza tante rinunce. Il mio corpo e la mia mente mi ringraziano!”
Milena Zullo
Milena Zullo
Leggi Tutto
“Ho voluto iniziare il percorso con la dottoressa Gallotta perché ero stanca di seguire diete tristi e senza risultati. Seguendola, incredibilmente ho perso peso mangiando con gusto e piacere. Ho perso ben 12 kg, ma non solo: è cambiato tutto il mio processo digestivo e per nessun motivo al mondo vorrei tornare indietro da questo stato di benessere . La consiglio a chiunque voglia farsi un regalo.”
Margherita Girardi
Margherita Girardi
Leggi Tutto
“Ho preso il mio primo appuntamento dalla dottoressa 6 mesi fa. Dire che sono soddisfatta è dire poco! Sono felice e appagata. Non mi sono mai sentita a “dieta”, tutto saporito, nessuna restrizione particolare, la mia amata pizza una volta a settimana. La consiglio davvero a tutti. Volete stare bene senza sacrifici? Affidatevi a lei. ”
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Marilena Rosati e Cristina Damasceni
Leggi Tutto
“Io e mia figlia abbiamo iniziato il percorso a distanza con la dott.ssa Giovanna Gallotta poco più di un mese fa. Con la dott.ssa abbiamo imparato che si può stare a "dieta" mangiando saporito, condito, e ripassato in padella... insomma "non stare a dieta ma impara a mangiare". In questo modo io ho perso 4kg e mia figlia 5. Grazie per la sua professionalità, dedizione e cura verso noi pazienti.”
Maria Rosaria Ragno
Maria Rosaria Ragno
Leggi Tutto
“Mi ero rivolta ad altri nutrizionisti in passato ma non riuscivo mai a portare a termine i vari percorsi, drastici e tristi: tutto bollito e scondito. Con la dottoressa Gallotta ho imparato i giusti abbinamenti, a fare pasti completi e soprattutto ho ricominciato a cucinare come faceva mia nonna. Ho finalmente perso i chili di troppo e riesco a mantenere il peso senza sforzi. Grazie Dottoressa! ”
Martina Maremonti
Martina Maremonti
Leggi Tutto
“Ho intrapreso il mio percorso con la dott.ssa Gallotta per tornare in forma, alleviare i sintomi dell'ovaio policistico e gestire l'insulino resistenza che mi causava attacchi di fame, gonfiore e spossatezza. Grazie al metodo della Dott.ssa Gallotta, ho raggiunto dei risultati strepitosi senza privarmi di nulla, bensì imparando ad associare correttamente gli alimenti.”
Daniela Guerriera
Daniela Guerriera
Leggi Tutto
“Ho iniziato il percorso con la dottoressa Gallotta per perdere peso e ritrovare il benessere. Con la Dott. ssa si intraprende un percorso di apprendimento e auto-consapevolezza sulla giusta combinazione dei macro nutrienti essenziali che pone il paziente nella condizione di regolarsi in modo autonomo. Le sono molto grata per i risultati ottenuti e per gli insegnanti di cui farò tesoro nel tempo. ”
Antonella Filippo
Antonella Filippo
Leggi Tutto
“Mi sono rivolta alla dott.ssa Gallotta per imparare a gestire la mia insulino-resistenza e perdere qualche chilo. La dottoressa, dopo avermi ascoltato con attenzione e delicatezza estreme, ha cucito su di me un piano alimentare strepitoso. Nel giro di qualche mese, riesco facilmente a mantenere nella norma i valori glicemici, ho perso i chili di troppo e mi sento energica.”
Lorella Lamacchia
Lorella Lamacchia
Leggi Tutto
“Quella della dottoressa non è una "dieta" ma una rieducazione alimentare. Facendoti abbandonare i concetti di dieta, sgarro e conteggio calorie, ti porta per mano al tuo obiettivo. Se vi volete bene e volete fare un regalo a voi stesse, provate la dott.ssa Gallotta e non ve ne pentirete! E come dice sempre la dottoressa: "Non stare a dieta, impara a mangiare!"”
Vuoi incontrarmi?
Contattami per un appuntamento

Ti aspetto nel mio studio a Gioia del Colle (Ba) in via Federico II di Svevia 5305. Compila il modulo oppure chiama il numero 080 5749263 (da lunedì a venerdì, ore 16.00-19.00).

Inserire form come indicato